Roma

San Clemente: la Macchina del Tempo

di Paola Coresi

Sulla città di Roma e sul suo glorioso passato sono stati scritti innumerevoli volumi, la città come noi la vediamo è il risultato tangibile di epoche storiche che si sono sovrapposte, ciascuna delle quali ha lasciato una traccia del suo passaggio.

E così possiamo spaziare dall’XI sec. a. C. fino al XXI sec. senza fare troppa strada, è tutto contenuto all’interno della città! Ma se vogliamo realmente effettuare un viaggio a ritroso nel tempo dobbiamo letteralmente “scendere” nel passato, attraverso le varie stratificazioni che si sono succedute nel corso dei secoli. La Basilica di San Clemente Papa, situata a pochi passi dal Colosseo ci offre la possibilità di fare un viaggio a ritroso nel tempo.

Infatti, la Basilica attuale risale al XII sec. e tra l’altro è preceduta dall’unico atrio medioevale ancora esistente a Roma. A Roma, infatti, dal Rinascimento in poi si è tentato di cancellare sistematicamente le tracce del Medioevo, ritenuto un periodo storico buio e doloroso per la città a causa delle molte guerre e assedi che ha dovuto subire.

San Clemente
La chiesa inferiore

La Basilica fu costruita sopra quella precedente, consacrata sotto il pontificato di Siricio (384-399), ricalcandone la struttura, ma con dimensioni più piccole e con adattamenti al gusto medioevale.

La Basilica paleocristiana, a sua volta, fu costruita sopra una casa preesistente, di un certo Clemente, forse della stessa famiglia del martire Tito Flavio Clemente, dove, probabilmente già esisteva una domus ecclesiae. L’edificio era costituito da un cortile centrale su cui si apriva una serie di stanze. Il pavimento a spina di pesce fa supporre che esse fossero dei locali di servizio, forse botteghe di un mercato. Un vicoletto, largo circa 80 cm. separava questo edificio da un’insula, che ospitava un tempio mitraico. La zona mitraica è composta da tre locali: il vestibolo o pronao, il triclinio e la scuola. Nel triclinio vi è ancora l’altare decorato con bassorilievi raffiguranti la tauromachia.

A questo livello scorre un fiume, uno dei fiumi sotterranei di Roma…..

San Clemente
La vista dei tre livelli

Roma rimane pur sempre la “caput mundi” della storia e dell’arte che senza interruzione nel corso dei secoli hanno tracciato la sua fisionomia.

Venite a scoprirla!

 

 

Paola Coresi

Sono nata e cresciuta a Roma e mi occupo di turismo da quando avevo 18 anni. Amo la mia città e da sempre cerco di conoscerla ogni giorno di più. Sono Guida Abilitata e mi piace offrire servizi “su misura”…
Contattami
Nascondi commenti ▾ Mostra commenti ▾