Verona

Il Pozzo dell’Amore

di Graziano Magnabosco

Forse non tutti sanno che, a Verona, città dell’amore…

Nascosto nel cuore di Verona, passeggiando tra le vie del centro storico, troverete questo singolare invito “Getta nel pozzo un solo soldino, pensa un momento al tuo destino, non ti distrarre, non far rumore eccolo eccolo arriva l’amore”.

pozzo dell'amore

Forse non tutti sanno che, nel centro storico di Verona, si trova un piccolo angolo romantico chiamato “ il Pozzo dell’Amore”.

Questo, però, non ha nulla a che vedere con la tormentata  storia d’amore di Giulietta e Romeo resa famosa da William Shakespeare.

Si raggiunge da Piazza delle Erbe,  imboccando Corso Porta Borsari, l’antica via Postumia, sino all’altezza del civico 15 e poi voltando a sinistra entrando in Vicolo San Marco in Foro. Percorsa una decina di metri sulla sinistra si apre lo stretto vicoletto cieco Pozzo San Marco, al cui termine troverete  il Pozzo dell’Amore.

E’ realizzato con pietra locale  ed una elegante intelaiatura in ferro battuto che culmina con una freccia rivolta verso il cielo a cui è appesa una carrucola.

Ed ora una curiosità: proprio sopra la grata che lo copre, troverete la formella di ottone che vi  invita a lanciare una moneta portafortuna.

Per capire la sua origine dobbiamo fare un viaggio nel tempo, tra il 1509 ed il 1516, quando Verona fu annessa al Sacro Romano Impero.

Il giovane soldato Corrado di San Bonifazio si era perdutamente innamorato di Isabella Donati, ma invano, perché lei non sembrava ricambiarlo.

Finché, in una fredda giornata di metà febbraio, la sorprese, assieme ad altre ragazze, nel cortile vicino alla chiesetta di San Marco ad Carceres. Esasperato dall’atteggiamento di Isabella le disse che lei sembrava di ghiaccio e che era fredda come l’acqua del pozzo che si trovava in quel cortile. Isabella, per sfida, disse al giovane di buttarsi nel pozzo per verificare se l’acqua fosse effettivamente ghiacciata come lui pensava.

Corrado disperato, obbedì al comando e si gettò nel pozzo. Isabella, che nel profondo del suo cuore amava Corrado, vedendo cosa avevano causato le sue parole, lo segui nel pozzo scomparendo con il suo innamorato.

Vi aspetto a Verona per farvi scoprire questo ed altri meravigliosi tesori nascosti.

Graziano Magnabosco

“There is no world without Verona walls….”, non c’è mondo fuori dalle mura di Verona…così diceva Shakespeare.., e allora eccomi qua pronto a farvi innamorare di questa città.
Contattami
Nascondi commenti ▾ Mostra commenti ▾